Calciomercato - Intreccio Nainggolan-Cragno-Sirigu

Il Ninja vuole rimanere: la chiave è il portiere del Cagliari, al suo posto è pronto quello del Torino

pubblicato il 07/08/2020 in Calciomercato da Michelangelo Corrias
Condividi su:
Michelangelo Corrias
foto: toronews.net

La chiave per Radja Nainggolan si chiama Alessio Cragno. E nell'operazione che coinvolge i due potrebbe rientrare anche Salvatore Sirigu, estremo difensore del Torino, sardo fino al midollo.

Non è assolutamente un segreto: il Cagliari farà di tutto per tenere il suo Ninja, ed è anche disposto a vendere uno dei suoi pezzi pregiati, ovvero il proprio portiere, il quale, in caso di partenza, potrebbe venire rimpiazzato da quello del Toro.

Nainggolan vuole restare nella città che l'ha lanciato, e sarebbe pure disposto a tagliarsi lo stipendio di un paio di milioni. Quest'anno la società rossoblu ha pagato 5 milioni più bonus per l'ingaggio del numero 4, e quest'ultimo è pronto a scendere a 3 milioni firmando un contratto di 3 o anche 4 anni. Il problema però resta il costo del cartellino, che si aggira intorno ai 20 milioni. L'Inter, dal canto suo, non vuole trattenerlo: Antonio Conte non lo ritiene adatto al proprio progetto e questo il belga lo sa bene.

La chiave, come accennato prima, è Cragno. Il portiere di Fiesole, classe 1994, ha ancora un contratto di 4 anni col Cagliari, ma difficilmente rimarrà in Sardegna. Infatti piace dalle parti della Madonnina (e non solo), che cerca un valido sostituito per Samir Handanovic, che ha ancora un altro anno di contratto con i nerazzurri ma dimostra già una certa età (36 primavere). Per la sua vendita il sodalizio di Via Mameli sarebbe disposto a chiedere anche 25 milioni, perfetti per poi acquistare a titolo definitivo il Ninja. Da notare poi l'enorme plusvalenza che si verrebbe a creare, dal momento che Cragno era arrivato nell'Isola dal Brescia per un milione e mezzo nel 2014, spiccioli adesso.

Di quei 25 milioni che Giulini chiede per Cragno, se il Cagliari dovesse reinvestirli per Nainggolan, ne avanzerebbero 5. Con quel piccolo tesoretto ecco che si busserebbe alla porta di Cairo per chiedere Sirigu, in uscita dal club granata. Il portiere della Nazionale, 33 anni compiuti a gennaio (classe 1987), non ha mai nascosto le proprie simpatie per il Cagliari e l'amore per la sua terra. Scartato proprio dal Cagliari quando era un ragazzino, dopo un giro lunghissimo, prima in Italia, con Venezia e Palermo, poi all'estero, con PSG, Siviglia e Osasuna, e dopo di nuovo nella Penisola, adesso potrebbe fare ritorno a casa e realizzare il sogno di finire la carriera qui.

Non sarà semplice tirare fuori il meglio dall'asse Nainggolan-Cragno-Sirigu, anche perché l'ultima parola per far sì che ciò succeda spetta all'Inter, il Cagliari può solo aspettare. Ma le condizioni ci sarebbero tutte perché questo si avveri.