Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

È tutto vero: Julio Cesar vuole il Cagliari. Ecco le sue parole

Intervistato da tuttomercatoweb, il portiere carioca esprime tutto il suo gradimento per la piazza rossoblù: i tifosi sognano il grande colpo ad effetto

Condividi su:

Da ieri l’ambiente rossoblù è in fibrillazione: le voci che vorrebbero un campione del calibro di Julio Cesar vicino a indossare la casacca del Cagliari hanno dapprima sorpreso con un certo distaccato scetticismo, poi hanno preso via via sempre più credito col susseguirsi delle dichiarazioni dei diretti interessati. E ora, il fuoco della speranza arde più che mai nel cuore della torcida cagliaritana.

Ad attizzarlo ci ha pensato proprio il diretto interessato. Il portiere brasiliano, campione d’Europa nel 2010 con l’Inter, ha lanciato un breve ma significativo messaggio dai microfoni di tuttomercatoweb. Ecco le sue parole:

“Cagliari? In Sardegna si sta bene, c’è sempre il sole. Mi piacerebbe, ma sinceramente non è arrivata nessuna offerta al momento. Ancora non so cosa farò nella seconda parte di stagione, al momento penso solo ad allenarmi”.

Una vera e propria apertura alla società isolana, insomma, che non può e non deve lasciare indifferente Cellino e il suo staff. L’operazione Julio Cesar, peraltro, viene rafforzata e resa più verosimile da tre fattori.

Il primo fattore è costituito dalla frase sibillina del ds rossoblù Salerno in merito, il quale ha detto: “Julio Cesar? Mai detto di no al giocatore, stiamo parlando di un fenomeno ma per ora è una cosa che non esiste”. Una frase che certo non conferma niente, ma che neppure smentisce. Gli addetti ai lavori più attempati, poi, sanno che frasi del genere sono la routine e che lasciano intendere che qualcosa di vero ci sia.

Il secondo fattore è che, dopo Gianluca Di Marzio, anche l’altro guru del calciomercato Alfredo Pedullà ha confermato tutto, arrivando persino a sostenere che sarebbero sufficienti appena 350 mila euro per l’acquisto dell’estremo difensore carioca, dato che il Queen Park Rangers avrebbe già coperto l'intero ammontare dell’ingaggio fino a giugno.

Il terzo e ultimo fattore è che il ct della nazionale brasiliana, Felipe Scolari, avrebbe consigliato al buon Julio di trovare una squadra che possa assicurargli minuti e possibilità di giocare con regolarità, in modo tale da non “perdere la mano” e conseguentemente il posto da titolare in vista del Mondiale brasiliano.

A questo punto, nulla è precluso. Sognare è lecito e non costa niente. D’altronde, Pascoli sosteneva che “Il sogno è l'infinita ombra del Vero”. E se lo diceva lui…

Condividi su:

Seguici su Facebook