Semplici: “Credo di essermi meritato la permanenza al Cagliari”

“Complimenti ai ragazzi”

pubblicato il 16/05/2021 in Interviste da La Redazione
Condividi su:
La Redazione
foto: cagliari calcio

La gara tra Milan Cagliari è terminata con il risultato di 0-0 Leonardo Semplici ha commentato ai microfoni di Sky la prestazione contro i rossoneri.

Ecco le sue parole:

“Abbiamo festeggiato un po’ per la salvezza, abbiamo brindato. Devo dare merito ai ragazzi per il percorso che abbiamo fatto. Ci siamo rimessi in discussione soprattutto per mentalità, anche stasera contro una grande squadra come il Milan. La Salvezza è arrivata di pomeriggio ma l’avevamo preparata bene. Devo ringraziare i ragazzi.

Una grande prestazione contro un avversario importante come il Milan. Donnarumma ha fatto grandi parate. Abbiamo concesso poco, abbiamo tenuto le linee strette per non dare spazio ai loro trequartisti. Ringrazio i ragazzi per il percorso fatto.

La sconfitta in casa col Verona ha cambiato la stagione. Ci siamo confrontati dopo, abbiamo discusso e i ragazzi hanno iniziato a dare quello che tutti si aspettavano. Poi abbiamo dimostrato di poter ottenere certi risultati con un grande spirito comune, a partire da quella partita con il Parma dove abbiamo ribaltato il punteggio e soprattutto la nostra stagione.

La svolta è stata sopratt mentale. Ho messo davanti agli occhi dei calciatori delle cose che prima ignoravano. Nei 95 minuti non eravamo squadra, poi nello spogliatoio si era creato qualche gruppetto che non permetteva di prendersi le giuste responsabilità. Bisognava avere un altro tipo di mentalità, credo che la scossa di quel giorno abbia fatto sì che la squadra si sia trasformata. Quando sono arrivato c’erano delle problematiche, ringrazio i ragazzi per essersi Messi a disposizione per risolverle.

Godin centrale nei 3? In quel ruolo lui è una guida, anche Pavoletti e Nainggolan. Forse prima non si trovava, abbiamo cercato di migliorare attraverso qualche accorgimento. La voglia di crescere insieme ci ha trasformato in una squadra.

Europa l’anno prossimo? L’anno prossimo vorrei fare qui un altro step, credo di essermelo meritato. Poi vedremo cosa succederà in futuro”.